DE Phrasen mit automa a stati finiti deterministico IT Übersetzungen
FRA GLI STATI ARABI DEL GOLFO E LA SVIZZERA); Via Maggio 21, 6900 Lugano TI, Schweiz FRA GLI STATI ARABI DEL GOLFO E LA SVIZZERA); Via Maggio 21, 6900 Lugano TI, Svizzera
Ind. E turis. fra Gli stati Arabi del Golfo e la Svizzera); Via Maggio 21, 6900 Lugano TI, Schweiz Indirizzo: Via Maggio 21, P.O. Box 216, 6909 Lugano, Svizzera
%quot%Gli Stati membri adottano tutte le misure idonee ad assicurare la buona conservazione dei prodotti ammassati. La temperatura di congelamento deve essere uguale o inferiore a meno 30º Celsius per permettere di ottenere una temperatura al centro della massa uguale o inferiore a meno 15º Celsius. La temperatura di conservazione in ammasso deve essere uguale o inferiore a meno 20º Celsius. %quot% Gli Stati membri adottano tutte le misure idonee ad assicurare la buona conservazione dei prodotti ammassati . La temperatura di congelamento deve essere uguale o inferiore a meno 30 * Celsius per permettere di ottenere una temperatura al centro della massa uguale o inferiore a meno 15 * Celsius . La temperatura di conservazione in ammasso deve essere uguale o inferiore a meno 20 * Celsius .
(17) L'articolo 87, paragrafo 1 del trattato CE statuisce che sono incompatibili con il mercato comune, nella misura in cui incidono sugli scambi tra gli Stati membri, gli aiuti concessi dagli stati, ovvero mediante risorse statali, sotto qualsiasi forma che, favorendo talune imprese o talune produzioni, falsino o minaccino di falsare la concorrenza. Secondo la giurisprudenza costante della Corte di giustizia europea, il criterio della distorsione degli scambi è applicabile se l'impresa beneficiaria svolge attività economica che comporta scambi tra Stati membri. (17) L'articolo 87, paragrafo 1 del trattato CE statuisce che sono incompatibili con il mercato comune, nella misura in cui incidono sugli scambi tra gli Stati membri, gli aiuti concessi dagli stati, ovvero mediante risorse statali, sotto qualsiasi forma che, favorendo talune imprese o talune produzioni, falsino o minaccino di falsare la concorrenza. Secondo la giurisprudenza costante della Corte di giustizia europea, il criterio della distorsione degli scambi è applicabile se l'impresa beneficiaria svolge attività economica che comporta scambi tra Stati membri.
37. Ai sensi dell'articolo 87, paragrafo 1, del trattato CE, sono incompatibili con il mercato comune, nella misura in cui incidono sugli scambi tra Stati membri, gli aiuti concessi dagli Stati, ovvero mediante risorse statali, sotto qualsiasi forma che, favorendo talune imprese o talune produzioni, falsino o minaccino di falsare la concorrenza. 37. Ai sensi dell'articolo 87, paragrafo 1, del trattato CE, sono incompatibili con il mercato comune, nella misura in cui incidono sugli scambi tra Stati membri, gli aiuti concessi dagli Stati, ovvero mediante risorse statali, sotto qualsiasi forma che, favorendo talune imprese o talune produzioni, falsino o minaccino di falsare la concorrenza.
[18] Le autorità italiane hanno indicato che i fondi messi a disposizione degli stabilimenti bieticoli sardi per l'attuazione delle misure previste dal POR nel corso dei primi due anni di applicazione sono stati completamente utilizzati. [18] Le autorità italiane hanno indicato che i fondi messi a disposizione degli stabilimenti bieticoli sardi per l'attuazione delle misure previste dal POR nel corso dei primi due anni di applicazione sono stati completamente utilizzati.
106. A norma dell'articolo 14, paragrafo 2, lettera a) del regolamento (CE) n. 2200/96, nei cinque anni successivi alla data del prericonoscimento, gli Stati membri possono accordare ai gruppi di produttori aiuti intesi ad incentivarne la costituzione e ad agevolarne il funzionamento amministrativo. 106. A norma dell'articolo 14, paragrafo 2, lettera a) del regolamento (CE) n. 2200/96, nei cinque anni successivi alla data del prericonoscimento, gli Stati membri possono accordare ai gruppi di produttori aiuti intesi ad incentivarne la costituzione e ad agevolarne il funzionamento amministrativo.
5. In base a tali informazioni, con lettera del 28 giugno 2004, i servizi della Commissione hanno chiesto alle autorità italiane, di comunicare loro i testi delle note specificate e degli inviti a manifestare interesse preparati dalle due Camere di commercio. Inoltre, essi hanno chiesto se fossero stati concessi aiuti e, in caso affermativo, di specificare gli importi e le modalità di concessione. 5. In base a tali informazioni, con lettera del 28 giugno 2004, i servizi della Commissione hanno chiesto alle autorità italiane, di comunicare loro i testi delle note specificate e degli inviti a manifestare interesse preparati dalle due Camere di commercio. Inoltre, essi hanno chiesto se fossero stati concessi aiuti e, in caso affermativo, di specificare gli importi e le modalità di concessione.
32. Secondo l'articolo 87, paragrafo 1, del trattato, sono incompatibili con il mercato comune, nella misura in cui incidano sugli scambi tra Stati membri, gli aiuti concessi dagli Stati, ovvero mediante risorse statali, sotto qualsiasi forma che, favorendo talune imprese o talune produzioni, falsino o minaccino di falsare la concorrenza. 32. Secondo l'articolo 87, paragrafo 1, del trattato, sono incompatibili con il mercato comune, nella misura in cui incidano sugli scambi tra Stati membri, gli aiuti concessi dagli Stati, ovvero mediante risorse statali, sotto qualsiasi forma che, favorendo talune imprese o talune produzioni, falsino o minaccino di falsare la concorrenza.
Distorsione della concorrenza ed incidenza sugli scambi tra gli Stati membri Distorsione della concorrenza ed incidenza sugli scambi tra gli Stati membri
- Gli investimenti ammissibili sono stati effettuati prima del 19 febbraio 1997. - Gli investimenti ammissibili sono stati effettuati prima del 19 febbraio 1997.
- I costi riferiti ad obblighi contrattuali e investimenti nell'ambito dello stesso gruppo sono stati esclusi. - I costi riferiti ad obblighi contrattuali e investimenti nell'ambito dello stesso gruppo sono stati esclusi.
8. I calcoli effettuati dalle autorità italiane per tutte le aziende municipalizzate dimostrano che solo per un'azienda i calcoli sono stati positivi, cioè AEM Torino. 8. I calcoli effettuati dalle autorità italiane per tutte le aziende municipalizzate dimostrano che solo per un'azienda i calcoli sono stati positivi, cioè AEM Torino.
(a) Gli impianti in questione sono stati costruiti prima del 19 febbraio 1997. (a) Gli impianti in questione sono stati costruiti prima del 19 febbraio 1997.
(j) Gli investimenti non sono stati completamente ammortizzati prima della liberalizzazione del mercato indotta dal recepimento della direttiva 96/92/CE. (j) Gli investimenti non sono stati completamente ammortizzati prima della liberalizzazione del mercato indotta dal recepimento della direttiva 96/92/CE.
35. In particolare hanno indicato che AEM Torino ha presentato una dichiarazione all'Agenzia delle Entrate con la quale si impegna a pagare le somme che l'Agenzia indicherà. Tuttavia, non sono stati in grado di indicare: 35. In particolare hanno indicato che AEM Torino ha presentato una dichiarazione all'Agenzia delle Entrate con la quale si impegna a pagare le somme che l'Agenzia indicherà. Tuttavia, non sono stati in grado di indicare:
14. Ai sensi dell'articolo 87 del trattato CE, per aiuto di Stato si intende (1) l'aiuto concesso dagli Stati, ovvero mediante risorse statali, (2) che falsa la concorrenza (3) favorendo talune imprese, (4) nella misura in cui incida sugli scambi tra Stati membri. 14. Ai sensi dell'articolo 87 del trattato CE, per aiuto di Stato si intende (1) l'aiuto concesso dagli Stati, ovvero mediante risorse statali, (2) che falsa la concorrenza (3) favorendo talune imprese, (4) nella misura in cui incida sugli scambi tra Stati membri.
8) Ai sensi dell'articolo 87, paragrafo 1, del trattato CE sono incompatibili con il mercato comune, nella misura in cui incidano sugli scambi tra Stati membri, gli aiuti concessi dagli Stati, ovvero mediante risorse statali, sotto qualsiasi forma che, favorendo talune imprese o talune produzioni, falsino o minaccino di falsare la concorrenza. 8) Ai sensi dell'articolo 87, paragrafo 1, del trattato CE sono incompatibili con il mercato comune, nella misura in cui incidano sugli scambi tra Stati membri, gli aiuti concessi dagli Stati, ovvero mediante risorse statali, sotto qualsiasi forma che, favorendo talune imprese o talune produzioni, falsino o minaccino di falsare la concorrenza.
30) Ai sensi dell'articolo 87, paragrafo 1, del trattato CE, "sono incompatibili con il mercato comune, nella misura in cui incidano sugli scambi tra Stati membri, gli aiuti concessi dagli Stati, ovvero mediante risorse statali, sotto qualsiasi forma che, favorendo talune imprese o talune produzioni, falsino o minaccino di falsare la concorrenza". 30) Ai sensi dell'articolo 87, paragrafo 1, del trattato CE, "sono incompatibili con il mercato comune, nella misura in cui incidano sugli scambi tra Stati membri, gli aiuti concessi dagli Stati, ovvero mediante risorse statali, sotto qualsiasi forma che, favorendo talune imprese o talune produzioni, falsino o minaccino di falsare la concorrenza".
23. Ai sensi dell'articolo 87 del trattato CE, per aiuto di Stato si intende (1) l'aiuto concesso dagli Stati, ovvero mediante risorse statali, (2) che falsa la concorrenza (3) favorendo talune imprese, (4) nella misura in cui incida sugli scambi tra Stati membri. 23. Ai sensi dell'articolo 87 del trattato CE, per aiuto di Stato si intende (1) l'aiuto concesso dagli Stati, ovvero mediante risorse statali, (2) che falsa la concorrenza (3) favorendo talune imprese, (4) nella misura in cui incida sugli scambi tra Stati membri.
Prima dell’entrata in vigore degli accordi di Schengen, ogni Stato membro effettuava individualmente il controllo all’ingresso nel proprio territorio, tenendo conto che l’articolo 54 del Trattato CE aveva stabilito il principio della libera circolazione dei lavoratori originari degli Stati membri, e di conseguenza il divieto dell’obbligo di possedere un permesso di ingresso tra Stati membri. Prima dell’entrata in vigore degli accordi di Schengen, ogni Stato membro effettuava individualmente il controllo all’ingresso nel proprio territorio, tenendo conto che l’articolo 54 del Trattato CE aveva stabilito il principio della libera circolazione dei lavoratori originari degli Stati membri, e di conseguenza il divieto dell’obbligo di possedere un permesso di ingresso tra Stati membri.
La convenzione di applicazione dell’Accordo di Schengen è stata firmata dagli stessi Stati membri il 19 giugno 1990 ed è entrata in vigore il 26 marzo 1995. La convenzione di applicazione dell’Accordo di Schengen è stata firmata dagli stessi Stati membri il 19 giugno 1990 ed è entrata in vigore il 26 marzo 1995.
Successivamente, hanno aderito agli accordi tutti gli Stati dell’Unione, eccezion fatta per la Gran Bretagna e l’Irlanda. Successivamente, hanno aderito agli accordi tutti gli Stati dell’Unione, eccezion fatta per la Gran Bretagna e l’Irlanda.
A questi tredici Stati si devono aggiungere l’Islanda e la Norvegia, che si sono associati. A questi tredici Stati si devono aggiungere l’Islanda e la Norvegia, che si sono associati.
Tali frontiere sono denominate “frontiere esterne”, per distinguerle dalle “frontiere interne”, che separano invece tra di loro il territorio degli Stati membri. Tali frontiere sono denominate “frontiere esterne”, per distinguerle dalle “frontiere interne”, che separano invece tra di loro il territorio degli Stati membri.
Il Trattato di Amsterdam ha dato un impulso decisivo alla politica di soppressione progressiva dei controlli alle frontiere interne degli Stati membri trasferendo questi controlli alle frontiere esterne. Il Trattato di Amsterdam ha dato un impulso decisivo alla politica di soppressione progressiva dei controlli alle frontiere interne degli Stati membri trasferendo questi controlli alle frontiere esterne.
Tale Manuale si compone di due parti: “le condizioni di ingresso nel territorio degli Stati membri” e “il controllo delle frontiere”. Tale Manuale si compone di due parti: “le condizioni di ingresso nel territorio degli Stati membri” e “il controllo delle frontiere”.
„Politica Fiscale, Debito Estero degli Stati Uniti e Tasso di Cambio del Dollaro“, Quaderni Sardi di Economia , Nr. 2/3, S. 225‑240, (1986). “Politica Fiscale, Debito Estero degli Stati Uniti e Tasso di Cambio del Dollaro”, Quaderni Sardi di Economia , nº 2/3, pp. 225‑240, 1986
„La Bilancia dei Pagamenti degli Stati Uniti e il Tasso di Cambio del Dollaro“, Temi di Discussione , Nr. 58, Banca d’Italia, Januar 1986. “La Bilancia dei Pagamenti degli Stati Uniti e il Tasso di Cambio del Dollaro”, Temi di Discussione , nº 58, Banca d’Italia, gennaio 1986
Alcuni Stati membri hanno già definito criteri di accesso alla rete, sulla base delle esigenze e delle caratteristiche dei propri mercati postali nazionali. Alcuni Stati membri hanno già definito criteri di accesso alla rete, sulla base delle esigenze e delle caratteristiche dei propri mercati postali nazionali.

DE Wörter ähnlich wie automa a stati finiti deterministico