DE Phrasen mit in fase di formazione EN Übersetzungen
Scuole che propongono dei cicli di formazione riconosciuti dallo Stato‘ Scuole che propongono dei cicli di formazione riconosciuti dallo Statu”
Scuole che propongono dei cicli di formazione riconosciuti dallo Stato Scuole specializzate superiori che propongono dei cicli di formazione riconosciuti dallo Stato
46. Infine, in subordine, anche se l'applicazione nei confronti di Sadam ISZ del principio della compensazione di cui al punto 11.3.2 degli Orientamenti comunitari per i produttori di base potesse essere ritenuta accettabile (quod non, in questa fase della procedura, come indicato sopra), il periodo di riferimento utilizzato dalle autorità italiane per il calcolo dell'aiuto sarebbe errato. 46. Infine, in subordine, anche se l'applicazione nei confronti di Sadam ISZ del principio della compensazione di cui al punto 11.3.2 degli Orientamenti comunitari per i produttori di base potesse essere ritenuta accettabile (quod non, in questa fase della procedura, come indicato sopra), il periodo di riferimento utilizzato dalle autorità italiane per il calcolo dell'aiuto sarebbe errato.
65. Tenuto conto di quanto precede, la Commissione si chiede se gli aiuti sotto forma di garanzie, verranno utilizzati in modo pertinente dalle autorità italiane e, in questa fase, non può non nutrire dei dubbi sulla compatibilità con il mercato comune delle modalità di concessione delle garanzie che potrebbero essere prestate dall'intemediario di Fondi alimentati da risorse pubbliche. 65. Tenuto conto di quanto precede, la Commissione si chiede se gli aiuti sotto forma di garanzie, verranno utilizzati in modo pertinente dalle autorità italiane e, in questa fase, non può non nutrire dei dubbi sulla compatibilità con il mercato comune delle modalità di concessione delle garanzie che potrebbero essere prestate dall'intemediario di Fondi alimentati da risorse pubbliche.
L. 845/1978 "Legge quadro in materia di formazione professionale" L. 845/1978 "Legge quadro in materia di formazione professionale"
Sonstige Auskünfte Direzione Formazione Other information Direzione Formazione
Sonstige Auskünfte Direzione Formazione Other information Training Unit:
Area Generale di Coordinamento Istruzione, Educazione, Formazione, Politiche Giovanili e del Forum Regionale Area Generale di Coordinamento Istruzione, Educazione, Formazione, Politiche Giovanili e del Forum Regionale,
Name und Anschrift der Bewilligungsbehörde | Name:Provincia Autonoma di Trento — Servizio Addestramento e Formazione professionale | Name and address of the granting authority | Name:Provincia Autonoma di Trento — Servizio Addestramento e Formazione professionale |
a) azioni di formazione degli ispettori fitosanitari; a) azioni di formazione degli ispettori fitosanitari;
c) informazione degli agrumicoltori (organizzazione di seminari, attività di formazione). c) informazione degli agrumicoltori (organizzazione di seminari, attività di formazione).
67. Se non dovesse essere soddisfatta una delle quattro condizioni summenzionate, la Commissione dovrebbe analizzare la misura alla luce delle disposizioni della Disciplina degli aiuti di Stato alla ricerca e allo sviluppo propriamente detta. In base alle informazioni di cui dispone, la Commissione non è neanche in grado di stabilire se il finanziamento previsto sia conforme alle disposizioni di detta Disciplina. Pertanto, in questa fase, la Commissione non può che dubitare dell'ammissibilità degli aiuti previsti per il finanziamento delle attività di ricerca previste. 67. Se non dovesse essere soddisfatta una delle quattro condizioni summenzionate, la Commissione dovrebbe analizzare la misura alla luce delle disposizioni della Disciplina degli aiuti di Stato alla ricerca e allo sviluppo propriamente detta. In base alle informazioni di cui dispone, la Commissione non è neanche in grado di stabilire se il finanziamento previsto sia conforme alle disposizioni di detta Disciplina. Pertanto, in questa fase, la Commissione non può che dubitare dell'ammissibilità degli aiuti previsti per il finanziamento delle attività di ricerca previste.
(68) In questa fase della procedura la Commissione ha dubbi sul fatto che lo Stato membro abbia dimostrato l'esistenza di uno svantaggio pertinente e che ne abbia quantificato l'importanza. In ogni caso la Commissione osserva che le informazioni presentate non consentono alla Commissione, in questa fase della procedura, di verificare se l'aiuto in questione sia giustificato dal contributo fornito allo sviluppo regionale e se l'entità dell'aiuto sia proporzionata agli svantaggi che esso intende compensare. La Commissione dubita inoltre, in questa fase della procedura, che la deroga di cui all'articolo 87, paragrafo 3, lettera b), del trattato CE possa applicarsi all'articolo 16. (68) In questa fase della procedura la Commissione ha dubbi sul fatto che lo Stato membro abbia dimostrato l'esistenza di uno svantaggio pertinente e che ne abbia quantificato l'importanza. In ogni caso la Commissione osserva che le informazioni presentate non consentono alla Commissione, in questa fase della procedura, di verificare se l'aiuto in questione sia giustificato dal contributo fornito allo sviluppo regionale e se l'entità dell'aiuto sia proporzionata agli svantaggi che esso intende compensare. La Commissione dubita inoltre, in questa fase della procedura, che la deroga di cui all'articolo 87, paragrafo 3, lettera b), del trattato CE possa applicarsi all'articolo 16.
Anschrift: Regione Piemonte — Direzione regionale alla formazione professionale — Lavoro settore Attività formativavia Magenta, 12 — I-10128 TorinoProvincia di Torinovia Maria Vittoria, 12 — I-10100 TorinoProvincia di Vercellivia San Cristoforo, 7 — I-13100 VercelliProvincia di Novarap.za G. Matteotti, 1 — I-28100 NovaraProvincia di Cuneoc.so Nizza, 21 — I-12100 CuneoProvincia di Astip.za V. Alfieri, 33 — I-14100 AstiProvincia di Alessandriap.za Libertà, 17 — I-15100 AlessandriaProvincia di Biellavia Quintino Sella, 12 — I-13051 BiellaProvincia del Verbano-Cusio-Ossolavia dell'Industria, 25 — I-28924 Verbania | Addresses: Regione Piemonte — Direzione regionale alla formazione professionale — Lavoro settore Attività formativavia Magenta, 12 — I-10128 TorinoProvincia di Torinovia Maria Vittoria, 12 — I-10100 TorinoProvincia di Vercellivia San Cristoforo, 7 — I-13100 VercelliProvincia di Novarap.za G. Matteotti, 1 — I-28100 NovaraProvincia di Cuneoc.so Nizza, 21 — I-12100 CuneoProvincia di Astip.za V. Alfieri, 33 — I-14100 AstiProvincia di Alessandriap.za Libertà, 17 — I-15100 AlessandriaProvincia di Biellavia Quintino Sella, 12 — I-13051 BiellaProvincia del Verbano-Cusio-Ossolavia dell'Industria, 25 — I-28924 Verbania |
Rechtsgrundlage | L. 845/1978 "Legge quadro in materia di Formazione professionale" L.R. n. 10 del 30.1.1990 "Ordinamento del sistema della Formazione professionale e organizzazione delle politiche regionali del lavoro" | Legal basis | L. 845/1978 "Legge quadro in materia di Formazione professionale" L.R. n. 10 del 30.1.1990 "Ordinamento del sistema della Formazione professionale e organizzazione delle politiche regionali del lavoro" |
34) Pertanto, in questa fase del procedimento, la Commissione nutre dubbi sul fatto che lo Stato membro abbia dimostrato l'esistenza di uno svantaggio pertinente e che ne abbia quantificato l'importanza. In ogni caso la Commissione osserva che le informazioni presentate non le consentono, in questa fase del procedimento, di verificare se l'aiuto in questione sia giustificato dal contributo fornito allo sviluppo regionale e se l'entità dell'aiuto sia proporzionale agli svantaggi che esso intende compensare. 34) Pertanto, in questa fase del procedimento, la Commissione nutre dubbi sul fatto che lo Stato membro abbia dimostrato l'esistenza di uno svantaggio pertinente e che ne abbia quantificato l'importanza. In ogni caso la Commissione osserva che le informazioni presentate non le consentono, in questa fase del procedimento, di verificare se l'aiuto in questione sia giustificato dal contributo fornito allo sviluppo regionale e se l'entità dell'aiuto sia proporzionale agli svantaggi che esso intende compensare.
(56) In conclusione, in questa fase sembra che la misura non abbia un carattere sociale e che, qualora fosse constatato che si tratta di un aiuto, l'articolo 87, paragrafo 2, lettera a) non sarebbe applicabile. (56) In conclusione, in questa fase sembra che la misura non abbia un carattere sociale e che, qualora fosse constatato che si tratta di un aiuto, l'articolo 87, paragrafo 2, lettera a) non sarebbe applicabile.
(67) Per quanto riguarda il problema di coordinamento tra gli operatori del mercato, la Commissione riconosce che questo può in linea di principio rappresentare un %quot%fallimento di mercato%quot%. Questo problema si verifica perché le emittenti devono accordarsi sulle date comuni per interrompere le trasmissioni analogiche e passare alle trasmissioni digitali per superare la mancanza di spettro di frequenza e ridurre al minimo i costi di trasmissione in parallelo, in particolare tenuto conto del fatto che lo spettro di frequenza è insufficiente per trasmettere i segnali televisivi analogici e digitali in parallelo (la cosiddetta fase simulcast). I consumatori potrebbero non essere disposti a passare alla piattaforma digitale prima che questa supporti un gran numero di emittenti. Di conseguenza, le emittenti potrebbero voler attendere altri operatori prima di passare alla piattaforma digitale. In mancanza di coordinamento, questo atteggiamento potrebbe ritardare il cambiamento. Vi è dunque un interesse per limitare nel tempo la fase di simulcast e per realizzare lo switchover simultaneo delle emittenti. (67) Per quanto riguarda il problema di coordinamento tra gli operatori del mercato, la Commissione riconosce che questo può in linea di principio rappresentare un %quot%fallimento di mercato%quot%. Questo problema si verifica perché le emittenti devono accordarsi sulle date comuni per interrompere le trasmissioni analogiche e passare alle trasmissioni digitali per superare la mancanza di spettro di frequenza e ridurre al minimo i costi di trasmissione in parallelo, in particolare tenuto conto del fatto che lo spettro di frequenza è insufficiente per trasmettere i segnali televisivi analogici e digitali in parallelo (la cosiddetta fase simulcast). I consumatori potrebbero non essere disposti a passare alla piattaforma digitale prima che questa supporti un gran numero di emittenti. Di conseguenza, le emittenti potrebbero voler attendere altri operatori prima di passare alla piattaforma digitale. In mancanza di coordinamento, questo atteggiamento potrebbe ritardare il cambiamento. Vi è dunque un interesse per limitare nel tempo la fase di simulcast e per realizzare lo switchover simultaneo delle emittenti.
6. All'interno dell'Unione europea le emulsioni sono utilizzate soprattutto in Italia. Tuttavia, è in fase sperimentale l'impiego di tale tecnologia per i trasporti pubblici in alcuni Stati membri, ad esempio in Francia, Regno Unito e Repubblica ceca. 6. All'interno dell'Unione europea le emulsioni sono utilizzate soprattutto in Italia. Tuttavia, è in fase sperimentale l'impiego di tale tecnologia per i trasporti pubblici in alcuni Stati membri, ad esempio in Francia, Regno Unito e Repubblica ceca.
Rechtsgrundlage | Decreto n. 9080 del 1o luglio 2003 — Avviso pubblico per la presentazione di progetti di Formazione Professionale riservati alle imprese della Regione Calabria. Formazione continua e interventi progettuali di formazione professionale finalizzati all'occupazione. Asse III — Risorse Umane (FSE) Complemento di programmazione POR Calabria 2000/2006. Azioni: 3.2 C, 3.3C, 3.4C, 3.9 A, 3.13 C | Legal basis | Decreto n. 9080 del 1o luglio 2003 — Avviso pubblico per la presentazione di progetti di Formazione Professionale riservati alle imprese della Regione Calabria. Formazione continua e interventi progettuali di formazione professionale finalizzati all'occupazione. Asse III — Risorse Umane (FSE) Complemento di programmazione POR Calabria 2000/2006. Azioni: 3.2 C, 3.3C, 3.4C, 3.9 A, 3.13 C |
Ripartizione 21 — Formazione Professionale in Lingua Italiana Ripartizione 21 — Formazione Professionale in Lingua Italiana
Ripartizione 20 — Formazione Professionale in Lingua Tedesca e Ladina Ripartizione 20 — Formazione Professionale in Lingua Tedesca e Ladina
L. 845/1978 %quot%Legge quadro in materia di formazione professionale%quot% L. 845/1978 "Legge quadro in materia di formazione professionale"
Segreteria Formazione e Lavoro Segreteria Formazione e Lavoro
Direzione regionale Formazione Direzione regionale Formazione
Internetadresse: www.regione.veneto.it /servizi alla persona/formazione e lavoro/formazione continua e permanente Website: www.regione.veneto.it /servizi alla persona/formazione e lavoro/formazione continua e permanente
Attestato di formazione specifica in medicina generale Attestato di formazione specifica in medicina generale
- Programma di formazione in epidemiologia applicata (PROFEA) - Programma di formazione in epidemiologia applicata (PROFEA )